Select languages from the upper right corner menu

Qual è la terapia ABA e come aiuta

L'Analisi del comportamento applicata (ABA), precedentemente conosciuta come modificazione del comportamento, [è  definita come il processo di interventi che applicano sistematicamente sulla base dei principi della teoria dell'apprendimento per migliorare comportamenti socialmente significativi in misura significativa, e per dimostrare che gli interventi utilizzati sono responsabili per il miglioramento del comportamento. Contrariamente alla credenza popolare,  gli analisti del comportamento sottolineano che la scienza del comportamento deve essere una scienza naturale al contrario di una scienza sociale, come tale, gli analisti del comportamento si concentrano sul rapporto osservabile del comportamento per l'ambiente, compresi gli antecedenti e le conseguenze, senza ricorrere a "costrutti ipotetici"  per valutare funzionalmente il rapporto tra un comportamento mirato e l'ambiente, l'intervento  ABA può essere utilizzato per modificare l'azione.

La gamma di interventi  di analisi comportamentale applicata intensivo , vengono particolarmente  utilizzati per i bambini con un disturbo dello spettro autistico (ASD) per la  ricerca di base che indaga le regole con cui gli esseri umani si adattano e mantenere un comportamento. Tuttavia, l'analisi del comportamento applicata contribuisce ad una gamma completa di settori di attuare comunque dei cambiamenti per il beneficio specifico dell'individuo e quindi può essere utilizzato per qualsiasi ambiente o circostanza.

BF Skinner ha  ulteriormente rivisto la teoria tradizionale del comportamentismo nel 1930, e ha sviluppato la forma moderna di essa conosciuta come Analisi del Comportamento.

Anche se derivante da una filosofia simile, la modificazione del comportamento è una forma di comportamentismo che ha modificato il comportamento senza affrontare quello che stava causando. L'ABA utilizza eventi ambientali. In altre parole, si analizza ciò che sta spingendo tale comportamento (l'antecedente) e poi sviluppa strategie conseguenti. L'antecedente consente inoltre all'analista del comportamento  di insegnare comportamenti alternativi  per l'individuo.

Il verbal behavior

Il Verbal Behavior è stato pubblicato il 1957 dal  psicologo BF Skinner che controlla il comportamento umano, descrivendo ciò che viene tradizionalmente chiamato linguistica.

Il libro Verbal Behavior è quasi del tutto teorico, coinvolgendo po 'di ricerca sperimentale nel lavoro stesso e 'stata una conseguenza di una serie di conferenze prima presentate presso l'Università del Minnesota all'inizio degli anni 1940 e ulteriormente sviluppati nelle sue lezioni estive a Columbia e William James lezioni ad Harvard nel decennio prima della pubblicazione del libro. 

Un crescente corpo di ricerca e di applicazioni basate su Verbal Behavior si è verificato dopo la sua pubblicazione originale, in particolare negli ultimi dieci anni.

All'interno del Verbal Behaviour abbiamo l'analisi funzionale

Questo è talvolta chiamato il modello di contingenza  a quattro termini con condizioni aggiunto come quarto termine impostazione.

Si tratta di una motivazione dell'operazione (MO), stimolo discriminativo (SD), risposta (R), e rinforzo:

Il Verbal Behavior  di Skinner ha anche introdotto l' autoclitic e sei operanti elementari:. MAND , TACT, INTRAVERBALE , ECOICO , REPERTORIO DELL'ASCOLTATORE, TESTUALE.

Per Skinner, il corretto oggetto di studio è il comportamento stesso, analizzato senza riferimento di ipotetiche strutture (mentali), ma piuttosto con riferimento alle relazioni funzionali del comportamento nell'ambiente in cui si verifica.

Questa analisi si estende CON posizione induttivo pragmatica di Ernst Mach in fisica, e si estende anche oltre una avversione verso un'ipotesi di decisione e test.

iL Verbal Behavior è diviso in 5 parti con 19 capitoli.  Il primo capitolo pone le basi per questo lavoro, l'analisi funzionale del comportamento verbale. Skinner presenta IL comportamento verbale come funzione di controllo conseguenze e stimoli, non come il prodotto di una speciale capacità intrinseca. Né ci chiede di essere soddisfatto semplicemente descrivere la struttura, o modelli, di comportamento. Skinner affronta qualche alternativa, formulazioni tradizionali, e passa alla sua posizione funzionale.

IL MAND

Il capitolo Tre di lavoro di Skinner Verbal Behavior discute una relazione funzionale chiamato il "comando". Mand è un comportamento verbale sotto il controllo funzionale di sazietà o la privazione (cioè, le operazioni motivanti ), seguita da rinforzo caratteristica spesso indicata dalla risposta. Un comando è tipicamente una domanda, comando, o richiesta. Il comando è spesso detto di "descrivere il proprio  rinforzo" anche se questo non è sempre il caso, tanto più che la definizione di Skinner del comportamento verbale non richiede che i comandi siano vocali. Un bussare forte alla porta, può essere un comando "aprire la porta" o  come un bambino potrebbe "chiedere per il latte".

Lo studio sui command di Lamarre & Holland (1985)hanno dimostrato il ruolo delle operazioni motivanti

Gli autori hanno escogitato le operazioni motivanti  per gli oggetti attraverso la formazione di catene comportamentali che non possa essere esperito senza determinati oggetti. I partecipanti hanno imparato a richiedere  per questi oggetti mancanti, che avevano in precedenza solo potuto toccarlo...

Testuale

Nel quarto capitolo Skinner prende atto forme di controllo da stimoli verbali. Una forma è un comportamento testuale che fa riferimento al tipo di comportamento che potremmo chiamare di solito la lettura o la scrittura. Una risposta vocale è controllata da uno stimolo verbale che non si sente. Ci sono due modalità differenti coinvolti ("lettura"). Se sono gli stessi diventano "text copia" (vedi Jack Michael sulla copia del testo), se sono sentito, poi scritta, diventa "sotto dettatura", e così via.

Ecoico

Skinner è stato uno dei primi a prendere seriamente in considerazione il ruolo dell'imitazione nell'apprendimento delle lingue. Ha introdotto questo concetto nel suo libro Verbal Behavior con il concetto di  Ecoico.

Si tratta di un comportamento sotto il controllo funzionale di uno stimolo verbale. La risposta verbale e la quota di stimolo verbale quello che viene chiamato corrispondenza punto a punto  (una somiglianza formale.) L'altoparlante ripete ciò che viene detto. Nel comportamento Ecoico  lo stimolo è uditivo e la risposta è vocale. Si è spesso visto nel comportamento all'inizio lo shaping. Ad esempio, ad imparare una nuova lingua, un insegnante potrebbe dire "parsimonioso" e poi dire "si può dire?" inducendo una risposta in ecoico.

Winokur (1978) è un esempio di una ricerca sulla relazioni ecoici. 

Tact

Il Capitolo Cinque del Verbal Behavior discute il Tact in profondità. Tact significa  "prendere contatto con" il mondo, e si riferisce al comportamento che è sotto il controllo funzionale di uno stimolo non verbale e generalizzata con il  rinforzo condizionato. Lo stimolo di controllo è non verbale, "l'intero ambiente fisico". In termini linguistici, il Tact  può essere considerato come "etichettatura espressiva". Il Tact è la forma più utile di comportamento verbale ad altri ascoltatori, in quanto estende gli ascoltatori in contatto con l'ambiente. Al contrario, il Tact è la forma più utile di comportamento verbale al diffusore in quanto consente di contattare il  rinforzo tangibile. I Tact  possono subire molte estensioni: generico, metaforico, metonimico, solecistico, nominativo e "indovinare". Può anche essere coinvolti in astrazione. Lowe, Horne, Harris & Randle (2002) sarebbe un esempio di lavoro recente nei Tact.

Intraverbale

Gli intraverbali di un  comportamento verbale sono sotto il controllo di altri comportamenti verbali.

Gli intraverbali  sono spesso studiati mediante l'uso di tecniche classiche di associazione.

Repertorio dell'ascoltatore

Recettivo e non verbale consiste nell'eseguire istruzioni o compiere azioni motorie in risposta a quanto detto da qualcun altro. Per esempio consegnare una caramella a chi ha chiesto “dammi una caramella”.

Orice SHARE pe care îl daţi la această pagină sau articol îmi este de foarte mare ajutor şi totodată ajută ca problema autismului să fie cunoscută de câţi mai mulţi oameni.
Luptăm împreună împotriva autismului!
SHARE vă rog!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.